Sempre loro. Sempre Lorenzo, Marquez e Dovizioso. Ancora una volta i tre tagliano il traguardo dando spettacolo davanti ad un pubblico entusiasta che ha riempito gli spalti del circuito del Gran Premio d’Austria. Straordinari gli ultimi giri con sorpassi  e controsorpassi tra Lorenzo e Marquez con Dovizioso a pochi metri dai due che comunque porta ancora una volta in alto il valore della Ducati che sale sul podio per l’ennesima volta con due piloti, ma come accade in ogni gran premio hanno inciso fortemente le gomme e la loro usura. Comunque è stato emozionante il finale di questo MotoGP d’Austria, Lorenzo e Marquez si son dati battaglia ma alla fine è stato Jorge il primo a trionfare. Dovizioso si gode il suo terzo posto, Valentino Rossi si prende gli applausi di tutti per un sesto posto partendo dalla 14esima posizione.

VINCE LORENZO! Il pilota supera Marquez all’inizio dell’ultimo giro e mantiene la prima posizione, terzo Dovizioso, gran sesto posto di Valentino Rossi!

MARQUEZ:”Mi sono divertito ed il secondo posto è comunque un buon traguardo. Ho spinto molto in tutti i giri ma quando le gomme hanno iniziato a calare sul rettilineo è stato difficile riconquistare il primo posto, ma al di là di qualsiasi considerazione sono molto contento e soddisfatto per il mio secondo posto”.
LORENZO:”Non mi aspettavo una gara così tirata e che Marquez andasse così veloce. In alcuni settori della pista però sono stato sicuramente più forte. L’ultimo giro è stato straordinario. Io ho spinto al limite ma anche Marquez ha tirato forte. Ce la siamo giocata fino alla fine, le curve sono state fondamentali. Sicuramente questa è una delle mie vittorie migliori”.
DOVIZIOSO:”A metà gara ho tentato di superare Jorge per questo ho consumato molto le gomme e questo evidentemente ha inciso. Ho tentato di riprendere  due davanti ma è stato impossibile proprio per il deterioramento delle gomme perchè ho perso tempo. Comunque sono contento per il podio e ovviamente per la Ducati peccato che non è andata come volevamo. Cercheremo di valutare e migliorare tutti i dettagli che sono quelli che fanno vincere  le gare”.

REDAZIONE