Il lusitano della EF Pro Cycling si aggiudica la nona tappa, da San Salvo a Roccaraso, di 208 km. Secondo Castroviejo, terzo Bjerg. Nibali paga 14″ da Kelderman e Fuglsang.

Il Portogallo s’impone al Giro d’Italia. E’ infatti Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling) a vincere la nona tappa della corsa rosa, da San Salvo a Roccaraso, di 208 km. All’Aremogna, Guerriero ha anticipato lo spagnolo Jonathan Castroviejo (Ineos Grenadiers). Terzo, a 58″, il danese Mikkel Bjerg. Joao Almeida, altro lusitano della Deceuninck-Quick-Step rimane in maglia rosa, con soli 30″ sull’olandese Wilco Kelderman del Team Sunweb e 39″ sullo spagnolo Pello Bilbao della Bahrain-McLaren. Vincenzo Nibali invece non regge il cambio di ritmo e all’arrivo accumula 14″ di ritardo dai due principali avversari.

REDAZIONE