Di Francesco:”Abbiamo giocato un pessimo primo tempo stasera. Brutto approccio, brutta interpretazione. Mentre molto meglio nella ripresa, abbiamo affrontato molto bene la ripresa, con il giusto atteggiamento ed avvicinando Nainggolan  all’attacco. Schick ha giocato come la squadra molto meglio nella ripresa,non è stato nemmeno  aiutato nel primo tempo. Schick va aspettato come abbiamo aspettato Under. Sono molto contento per Daniele De Rossi, ci teneva a giocare, ha fatto goal ed ha ricordato  al meglio  Davide Astori. Martedì non dovremo farli giocare, prenderli alti , lo Shakhtar è una squadra brasiliana più che ucraina, questo fa capire quanto siano bravi nel palleggio.Ho cambiato modulo nel secondo tempo passando dal 4-3-3 al 4-2-3-1 perché volevo che fossimo più vicini alla porta avversaria e Radja Nainggolan   ha interpretato al meglio la posizione  offensiva da trequartista. Sono convinto che questa squadra possa migliorare e che si possa costruire qualcosa di importante, bisogna però guardare avanti e non indietro pensando a ciò che non è stato “. 

DAVID BIRTOLO

Sette gol nelle ultime due gare. Questa sera un piccolo neo è la difficoltà nei primi 45 minuti?
“Loro sono stati molto bravi a darci le pressioni giuste e nell’accorciare, noi invece abbiamo fatto tutto per metterci in difficoltà da soli. Sia nel palleggio, sia nell’essere pochi puliti e nello stesso tempo venivamo tutti in contro a prendere la palla e non c’era nessuno che allungava e cercava la profondità. Nel secondo tempo ho cambiato, ho messo Nainggolan dietro le punte e ho cambiato il sistema. In questo caso la partita era bloccata e non riuscivamo a dare quelle pressioni costanti che siamo abituati noi, mettendoci in questo modo ho avuto risposte importanti. Da cancellare il primo tempo, sotto tutti i punti di vista, come approccio e come mentalità, però ottimo il secondo tempo per quello che la squadra ha ricercato”.

Prestazione collettiva, ma facciamo un eccezione sull’osservato speciale: Schick…
“Per diventare grandi si passa dal collettivo e questa sera ne è la dimostrazione, Patrick nel secondo tempo ha fatto meglio anche lui. Nel primo tempo erano troppo distanti e come prima punta nel 4-3-3 tende ad aprirsi un po’ troppo e a giocare poco dentro e non gli permette di avere attacchi immediati della porta. Ha una tipologia di corsa di muoversi diversamente da un’attaccante centrale. Con un uomo vicino ha fatto veramente meglio”.

Martedì è una serata importante. Ci arrivate con un’autostima superiore?
“Assolutamente si, vincere aiuta a vincere. Dobbiamo giocare in 12 martedì, il pubblico sarà importante. Tante volte si è trascinati da questo grande pubblico e mi auguro che martedì siano numerosi. Abbiamo bisogno del loro sostegno ma saremo noi poi a trascinarli con la prestazione”.

FONTE ROMANEWS.EU