Sono trascorsi ormai tre anni dalla morte del cantante Chris Cornell, dotato di una delle voci più espressive nel panorama della musica contemporanea 

 

Chris Cornell è considerato una delle migliori voci della musica contemporanea, la sua vita è stata ricca di musica e di soddisfazioni ma purtroppo segnata da periodi di lunga depressione. Nasce a Seattle il 20 luglio 1964 in una famiglia numerosa, la sua infanzia è travagliata a causa delle vicende familiari e del divorzio dei genitori che segnerà profondamente Chris. Comincia ad appassionarsi alla musica nel periodo adolescenziale e il primo strumento a cui si avvicina è la batteria, per poi passare al canto e diventare il frontman dei “Soundgarden”, la sua prima band. I “Soundgarden” ebbero molto successo e tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, erano considerati uno dei principali gruppi di musica grunge di Seattle. L’album Superunknown” riscosse molto successo tra i fan della band e non solo. Chris Cornell prese parte anche al progetto “Temple of the Dog” che riuniva alcuni membri dei “Pearl Jam” e dei “Soundgarden”. Da questo sodalizio nacque il disco “Temple of the Dog”. Nel 1997 il gruppo grunge si sciolse e il cantante intraprese la carriera da solista, debuttò con l’album “Euphoria Morning”, acclamato dalla critica ma molto meno dal pubblico. Nel 2001 entra a far parte dei “Rage Against the Machine” che essendo stati lasciati dal loro cantante, pensarono di chiamare proprio Cornell. Con loro il musicista diede vita agli “Audioslave” che ebbero molto successo ma che nel 2007 si sciolsero a causa di alcune tensioni all’interno della band. Chris Cornell collaborò con diversi artisti di fama mondiale come Slash o Santana. Nel 2010, l’artista annuncia la reunion dei “Soundgarden” con i quali registra la canzone “Live to Rise”. La tragica notte fra il 17 e 18 maggio 2017, Chris Cornell si tolse la vita; la famiglia ipotizzerà in seguito che l’atto estremo fu dovuto all’assunzione di troppi farmaci. Sicuramente la sua figura rimarrà impressa nei cuori dei molti ammiratori che negli anni l’hanno sostenuto e che continuano a far vivere la sua voce e le sue canzoni. 

SARA ORLANDINI