TENNIS, Internazionali d’Italia: Addio Fognini, Nadal imbattibile sulla distanza.

 

ROMA-E’ stato bello sognare, specie dopo il primo set, ma Nadal non è Gojowczyk, si è fatto impallinare una volta, non due. Così Fognini non ha centrato la semifinale degli Internazionali d’Italia di tennis, in corso di svolgimento al Foro Italico, che manca ad un italiano dall’edizione 2007 con Filippo Volandri (che battè Federer). Tuttavia il ligure ha disputato un discreto match, specie nel primo set, quando sotto 1-4 (break di Nadal al quarto gioco con un poderoso passante in corsa), ha incredibilmente rimontato sciorinando un tennis vario e a tratti spettacolare. Va detto che Nadal un po’ lo ha aiutato diventando falloso da fondo campo ma Fognini è stato bravo ad approfittarne inanellando cinque giochi consecutivi con due break a favore. Poi però la parte migliore (o peggiore, se volete) di Nadal alla lunga è venuta fuori: 3-0 subito nella seconda frazione, 4-1 e 6/1 con il secondo break a favore. Sul punteggio di un set pari, Fognini tiene il servizio di apertura mentre la Ola del pubblico si fa sentire. Ma Nadal è un Cannibale, si aggiudica dodici punti di fila e vola 3-1 con un break di vantaggio. L’azzurro argina l’iberico e accorcia sul 3-2 ma al cambio di campo c’è l’intervento del fisioterapista per medicare il suo ginocchio sinistro, forse il quadricipite della coscia. Fatto sta che l’azzurro perde smalto e vigore fisico, così Nadal che è in gran forma lo sovrasta in campo e chiude la contesa con un eloquente 6/2, raggiungendo la semifinale in un torneo, Roma, che ha già vinto sette volte. Per Fognini resta comunque la soddisfazione di aver raggiunto i quarti di finale, il suo miglior risultato in carriera al Foro Italico.

Andrea Curti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *